Temi più letti:

Export moda Made in Milan

gennaio 25, 2017 at 3:10 pm

export-modaExport moda: la moda è Milano.

Finite le sfilate di Milano moda uomo, tiriamo le fila di un settore che non conosce crisi e sostiene le esportazioni milanesi anche quando altri comparti si contraggono, come rileva il rapporto Milano Produttiva 2016.

Qualche numero dell’export moda Made in Milan:

 

  • 13 mila imprese, terza in Italia dopo Roma e Napoli;
  • prima per addetti, 87 mila;
  • di gran lunga la prima coi 20 miliardi di fatturato (seconda Vicenza con 8);
  • 4,5 miliardi vengono dall’export, in crescita del +8,2% rispetto al +1,2% di media italiana.

La mappa dell’export moda italiana sul sito Promos consente un colpo d’occhio globale: nello specifico delle esportazioni milanesi e lombarda, i maggiori mercati sono Francia, Hong Kong e USA, e sono in forte crescita Canada, Corea e Giappone (rispettivamente +20%, +18% e +13%).

Tra le proposte Promos 2017 per il settore export moda, abbiamo varie opportunità di business e di formazione. In particolare, eccone alcune con possibilità di contributi a fondo perduto:

Tutti i numeri dell’economia milanese nel 2016

gennaio 17, 2017 at 8:55 am

numeri economia milaneseBuon 2017 dunque!

Dopo la breve analisi dello scorso anno dal punto di vista dei servizi e strutture camerali, guardiamo ora quale eredità lascia il 2016 nell’ambiente vitale per il quale operiamo: il mondo imprenditoriale ed economico milanese.

Teniamo conto che:

  • il punto di partenza era favorevole, un 2015 definito nell’ultimo Rapporto Milano produttiva “anno della ripresa”;
  • il contesto finanziario di questi 12 mesi ha visto invece un grande aumento dell’incertezza, dalle crisi dei titoli bancari alla Brexit passando per il precipitare di Piazza Affari durante il primo trimestre.

Arriviamo ai dati milanesi 2016.

  • Le imprese, secondo il bilancio 2016, registrano una crescita solida sia di numero (+1,3% rispetto al +1,6% del 2015) sia di addetti (+4,2%, molto più del +0,7% del 2015), e superiore alla media regionale e nazionale 2016. Milano resta seconda in Italia per numero di imprese e prima per addetti. Guardando già in ottica di Camera Metropolitana, si può notare che superiore alla media è anche Monza, con una crescita di +0,5% imprese e +3,3% addetti.
  • L’economia locale, secondo le nostre analisi trimestrali, mostra segnali positivi grazie a un aumento degli ordini esteri soprattutto nel secondo trimestre 2016; nel terzo invece si nota un generale rallentamento, in particolare nel commercio, ma relativamente prevedibile considerando che comprende il mese di agosto.

Saranno riuscite le spese straordinarie delle feste di Natale e Capodanno a consolidare il trend economico? Per saperlo, attendiamo le analisi dell’ultimo trimestre 2016: non perdetevi i prossimi numeri della newsletter Camera News per sapere quando usciranno!

Fine 2016, il conto alla rovescia sta per iniziare!

dicembre 29, 2016 at 1:41 pm


capodanno-milano
10… 9… 8…

Aspettando il conto alla rovescia, abbiamo dato un’occhiata a questo 2016.

Un anno intenso: per l’Italia, per il mondo intero – sfogliando l’annuale raccolta di foto ANSA se ne ha un’idea. E anche per la Camera di commercio di Milano, che è entrata in una fase di transizione epocale.

Nella prefazione alla raccolta della rassegna stampa annuale, il Presidente Carlo Sangalli ha ricordato alcune grandi scommesse per l’Ente: la gestione del post Expo, e soprattutto la negoziazione della riforma camerale e la decisione di accorpamento con le Camere di commercio di Lodi e Monza Brianza. Sfida nella sfida è affrontare questi temi garantendo ininterrottamente lo stesso livello di servizio alle imprese del territorio.

Nel 2016 lo abbiamo fatto: non solo la spending review non ha inciso sulla performance, ma sono anche stati attivati nuovi servizi e iniziative. Alcuni esempi:

  • arricchimento delle assistenze specialistiche gratuite (nuova assistenza Turismo e consolidamento di quella per l’Estero);
  • nuovo servizio di richiesta SPID (il nuovo sistema di identità digitale);
  • restyling della newsletter Camera News (nuova grafica: dal numero 24);
  • rinnovato impulso alla revisione del sito camerale (appena aggiornata anche la sezione Registro Imprese, cuore dei servizi camerali).

E tanto altro è in cantiere: 3… 2… 1… buon 2017!

Natale che impresa!

dicembre 16, 2016 at 9:28 am

Panettone - NataleA Natale festeggiano anche le imprese milanesi. E non solo per un giorno: tutto il periodo prenatalizio e delle feste è un boom di produzione e vendite, che crea 1700 posti di lavoro stagionale.

Simbolo secolare della tradizione natalizia milanese è il panettone: secondo la leggenda, nacque nel 1495 alla corte di Ludovico il Moro per un banchetto con l’amante (celebre per essere ritratta nel dipinto di Leonardo da Vinci “La dama con l’ermellino”). Oggi questo dolce raggiunge un quarto delle vendite di pasticceria natalizie, e la sua popolarità è ancora in aumento: del 5% rispetto allo scorso anno, in un business da 60 milioni.

Ci sono poi gli acquisti da mettere sotto l’albero, gli addobbi, i viaggi… 50 milioni di euro stimati solo per le spese del ponte di S. Ambrogio, previsioni d’acquisto stabili rispetto allo scorso anno. 21 milioni sono stimati per i soli acquisti di oggetti religiosi, tra presepe, decorazioni e regali –Milano è al decimo posto in Italia per negozi specializzati. 70 milioni stimati invece per le vendite natalizie di giocattoli a Milano, che è terza in tutta Italia per numero di imprese dedicate (416, il 5,8% del totale italiano).

La Camera di commercio di Milano vigila sulla sicurezza e conformità dei prodotti immessi sul mercato, tra cui i giocattoli: sono controllate le proprietà meccaniche, fisiche, chimiche, l’infiammabilità… I giocattoli a norma devono presentare:

  • marcatura CE (conformità alle norme europee);
  • numero di tipo, lotto, serie, modello o altro elemento che consenta la loro identificazione;
  • nome e indirizzo del fabbricante;
  • nome e indirizzo dell’importatore (se il fabbricante è situato fuori dall’UE);
  • istruzioni e informazioni sulla sicurezza in lingua italiana.

Consumatori, associazioni e imprese possono richiedere controlli da parte della Camera di commercio di Milano facendo una segnalazione al servizio di Tutela della fede pubblica. Sono circa 200 i giocattoli controllati finora quest’anno.

Obiettivo export: USA!

dicembre 15, 2016 at 5:21 pm

Export USATrump? Le imprese lombarde vedono stabilità e forse vantaggi. Uno studio di Camera di commercio e Promos ha sondato le aspettative verso un mercato che resta trai più attrattivi sullo scenario mondiale, con il 65% degli intervistati che vorrebbe incrementare gli scambi e il 75% che lo considerano interessante per i propri prodotti.

Agli USA va una esportazione su sei dalla Lombardia (16,2%), coinvolgendo 8 mila imprese, di cui 3 mila a Milano, prima per interscambio (53,6% dell’import-export regionale nel 2016). Nei primi 6 mesi 2016 ammonta a 5,5 miliardi di euro il valore degli scambi con gli USA per la Lombardia (3,8 miliardi di export e 1,6 di import); circa 3 miliardi (53,6% del totale) da Milano, con una crescita nel 2016 di +1,2% in un anno.

Iniziative Promos

L’Azienda Speciale per le Attività Internazionali della CCIAA di Milano per il primo semestre 2017 propone le seguenti iniziative in USA.

Per l’export della moda:

Per l’export agroalimentare:

Resta sempre aggiornato sul calendario completo dei  viaggi d’affari Promos e scopri i servizi dell’assistenza specialistica Estero della Camera di commercio! E da gennaio, Executive Master per l’Internazionalizzazione d’Impresa: 400 ore di formazione con focus sulle diverse funzioni aziendali e su 3 aree geografiche di interesse.