Bollettini di pagamento…Io non ci casco!

marzo 6, 2017 at 4:54 pm

bollettini-falsiTi è mai capitato di ricevere un modulo che offre servizi non chiari, e apparentemente gratuiti? O bollettini di pagamento molto simili a qualcosa che già sapevi di dover versare – quota annuale della Camera di commercio, registrazione di un marchio…? Già precompilati coi dati della tua azienda, e dall’aspetto piuttosto credibile.

In caso (se ti può consolare) non sei l’unico: questi trucchi mietono vittime da oltre un decennio in tutta Europa!

L’impresa individuale “Casellario Unico Telematico Imprese” e la società “Portale imprese” sono solo gli ultimi due soggetti sanzionati in Italia per l’invio di bollettini di pagamento ingannevoli: pratiche commerciali scorrette volte a “condizionare indebitamente il processo decisionale delle imprese” e “ingenerare il convincimento che si tratti di una comunicazione proveniente da un organismo pubblico”. E in entrambi i casi si faceva impropriamente riferimento alla Camera di commercio.

Ma la casistica è ampia. Sono state segnalate anche richieste ingannevoli di:

  • informazioni e dati societari;
  • registrazione a banche dati, registri e albi;
  • verifica dei consumi di energia elettrica;
  • bollettini di pagamento per marchi, disegni e modelli;
  • dati e coordinate bancarie;
  • dati per verifiche anti usura; …

 Come ti puoi tutelare?

Abbiamo predisposto alcune indicazioni e consigli per metterti in guardia da bollettini di pagamento ingannevoli e altre pratiche commerciali scorrette. In particolare:

  • ricorda che le comunicazioni provenienti dalla Camera di Commercio sono solo quelle su carta intestata, con il logo e l’esatta denominazione dell’ente;
  • l’iscrizione alla Camera di Commercio comporta il versamento del cosiddetto diritto annuale (che va versato ogni anno) che avviene tramite F24 oppure sul piattaforma Pago PA;
  • consulta il vademecumIo non ci casco!” dell’AGCM(Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato), con spiegazioni e esempi su cosa ti deve insospettire.

In caso di dubbi o perplessità contattaci! Scrivi all’URPonline, o telefona al Contact Center!

Contratti di rete: vi aiutiamo ad aiutarvi!

febbraio 7, 2017 at 1:30 pm

Rete ImpresaI contratti di rete in Lombardia hanno superato quota 800 (circa un quarto del totale nazionale, di 3.320 reti), coinvolgendo 2.838 imprese: una crescita di adesioni annua del +16,3%; oltre un terzo (943) hanno sede a Milano (vedi il focus periodico di Unioncamere Lombardia e le ultime statistiche). +12% l’aumento di contratti di rete solo negli ultimi 8 mesi in Lombardia.

Perché fare una rete di imprese? Perché dove non arrivi da solo, potresti arrivare sviluppando sinergie, con imprese del tuo settore o complementari: innovazione, internazionalizzazione, acquisti… in poche parole, per perseguire vantaggi reciproci!

Tre gli step per formare una rete:

  1. trovare altre aziende con obiettivi condivisi;
  2. formulare un programma che dettagli anche le attese di ritorno economico e come ripartirlo;
  3. individuare la forma giuridica più adatta e stipulare un contratto di rete, da depositare presso la Camera di commercio competente.

Nella sezione reti di imprese del nostro sito, che abbiamo appena aggiornata, puoi trovare tutte le informazioni e i servizi gratuiti che offriamo a supporto delle imprese interessate, in particolare:

  • incontri di primo orientamento di 2 ore per Micro e PMI non ancora costituite in rete;
  • appuntamenti di assistenza individuale per Micro e PMI che abbiano già stipulato contratti di rete o formulato progetti di rete dettagliati.

Iscriviti online!

Natale che impresa!

dicembre 16, 2016 at 9:28 am

Panettone - NataleA Natale festeggiano anche le imprese milanesi. E non solo per un giorno: tutto il periodo prenatalizio e delle feste è un boom di produzione e vendite, che crea 1700 posti di lavoro stagionale.

Simbolo secolare della tradizione natalizia milanese è il panettone: secondo la leggenda, nacque nel 1495 alla corte di Ludovico il Moro per un banchetto con l’amante (celebre per essere ritratta nel dipinto di Leonardo da Vinci “La dama con l’ermellino”). Oggi questo dolce raggiunge un quarto delle vendite di pasticceria natalizie, e la sua popolarità è ancora in aumento: del 5% rispetto allo scorso anno, in un business da 60 milioni.

Ci sono poi gli acquisti da mettere sotto l’albero, gli addobbi, i viaggi… 50 milioni di euro stimati solo per le spese del ponte di S. Ambrogio, previsioni d’acquisto stabili rispetto allo scorso anno. 21 milioni sono stimati per i soli acquisti di oggetti religiosi, tra presepe, decorazioni e regali –Milano è al decimo posto in Italia per negozi specializzati. 70 milioni stimati invece per le vendite natalizie di giocattoli a Milano, che è terza in tutta Italia per numero di imprese dedicate (416, il 5,8% del totale italiano).

La Camera di commercio di Milano vigila sulla sicurezza e conformità dei prodotti immessi sul mercato, tra cui i giocattoli: sono controllate le proprietà meccaniche, fisiche, chimiche, l’infiammabilità… I giocattoli a norma devono presentare:

  • marcatura CE (conformità alle norme europee);
  • numero di tipo, lotto, serie, modello o altro elemento che consenta la loro identificazione;
  • nome e indirizzo del fabbricante;
  • nome e indirizzo dell’importatore (se il fabbricante è situato fuori dall’UE);
  • istruzioni e informazioni sulla sicurezza in lingua italiana.

Consumatori, associazioni e imprese possono richiedere controlli da parte della Camera di commercio di Milano facendo una segnalazione al servizio di Tutela della fede pubblica. Sono circa 200 i giocattoli controllati finora quest’anno.

SPID: la tua Identità Digitale

settembre 30, 2016 at 8:17 am

SPID - Identità DigitalePer accedere ai servizi online:

  • della mia Camera di commercio;
  • dell’Agenzia delle Entrate;
  • del mio Comune; ecc…

sai cosa usare?

La Carta Nazionale dei Servizi, la Tessera Sanitaria, la Carta di Identità Elettronica, un dispositivo di firma digitale?

No, usa SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale! La nuova soluzione dell’Agenzia per l’Italia Digitale che permette di accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione, e degli altri Enti che hanno scelto questo sistema di autenticazione, con un’unica identità digitale (username e password) utilizzabile da computer, tablet e smartphone.

Carta Nazionale dei Servizi e SPID hanno usi e scopi in parte diversi e in una prima fase di coesisteranno. A differenza della Carta Nazionale dei Servizi che non è completamente dematerializzata, per l’uso dell’identità digitale SPID non è necessario alcun lettore di smart card e può essere utilizzata in diverse modalità (da computer o da device mobili).

SPID WEEK  -  3, 5 e 7 ottobre

Ottieni subito le credenziali della tua identità digitale SPID, gratis!

Vieni al Salone anagrafico di Palazzo Turati, Via meravigli 11 – Milano per la SPID WEEK: 3, 5 e 7 ottobre, dalle 9 alle 14. Vieni senza prenotazione, avrai assistenza gratuita!

Attenzione: per richiedere SPID è necessaria la firma digitale. Se non ce l’hai ancora, è l’occasione giusta per chiederla, sempre in Camera di commercio!

Startup innovativa srl: ecco come costituirla

luglio 26, 2016 at 9:04 am

startup-innovativa-srlVuoi aprire una startup innovativa in forma di srl nella Città metropolitana di Milano?

Da ora c’è una procedura semplificata, con un modello standard tipizzato per stipulare l’atto costitutivo e lo statuto.

Il Sistema Camerale ha realizzato tramite Infocamere una applicazione web per la predisposizione guidata di atto costitutivo e statuto, accessibile sul sito startup.registroimprese.it.

In alternativa, atto costitutivo e statuto possono essere redatti direttamente in Camera di commercio con il supporto della nuova Assistenza Qualificata Imprese (AQI): l’ufficio verifica i requisiti, autentica la firma e trasmette l’atto direttamente all’iscrizione nel Registro Imprese, in sezione ordinaria e sezione speciale delle startup innovative, consentendo l’immediata operatività.

Se vuoi avviare una startup innovativa ma sei ancora all’inizio del tuo percorso, puoi ricevere un primo orientamento gratuito su:

  • avvio d’impresa
  • requisiti
  • forme giuridiche
  • agevolazioni

dal servizio di assistenza specialistica startup innovative della Camera di commercio di Milano.