Bolletta elettrica 2012 più cara per le imprese lombarde

luglio 13, 2012 at 1:22 pm

Continuano a crescere nel II trimestre 2012 le bollette dell’energia elettrica per le piccole e medie imprese lombarde che comprano sul mercato libero e arrivano ai livelli massimi dal 2009. Crescono del 18% i prezzi per chi consuma nelle ore notturne, del 10% per i negozi di vicinato e di circa il 10% per gli artigiani. Questo il dato che emerge dall’ultima rilevazione effettuata dalla Camera di commercio di Milano, con il coordinamento scientifico di REF Ricerche, per i contratti di fornitura avviati il 1° aprile 2012.

 

Penalizzate soprattutto le piccole e medie imprese lombarde che consumano di più nelle ore serali e notturne (come i ristoranti e i negozi commerciali) e che hanno organizzato i processi lavorativi su due o tre turni giornalieri (imprese manifatturiere della chimica, carta, plastica, materiali per costruzioni). Per un’impresa del commercio, ad esempio un tipico negozio di vicinato, che consuma 35 MWh all’anno prevalentemente di giorno, la spesa per la fornitura passa da 8.100 a 8.900 euro (circa il 10% in più). Per un ristorante, che consuma 150 MWh/anno e preleva energia elettrica anche la sera, l’incremento è ancor più rilevante: la bolletta elettrica varia dai 31.000 euro nel 2011 a 35.000 euro nel 2012 (circa il 13% in più). Nel caso di un’impresa metallurgica, che lavora a ciclo continuo su tre turni con un volume di prelievo pari a 800 MWh/anno, la spesa aumenta da circa 140.000 euro a poco meno di 153.000 euro annui (circa +8,5%).

 

Pesano prezzi della materia prima e tariffe. L’aumento della bolletta di energia elettrica per le PMI lombarde si deve alla componente di prezzo della materia prima energia, che riflette l’evoluzione delle quotazioni del petrolio e dei combustibili di generazione, ma anche ad alcune voci tariffarie stabilite dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas e pagate da tutti i clienti finali, sia che si approvvigionino sul mercato libero sia che si rivolgano al servizio di maggior tutela.

 

La Camera di commercio, in quanto espressione del sistema produttivo svolge un’attività volta a soddisfare i fabbisogni informativi delle imprese del territorio anche in materia di prezzi, a garanzia e supporto del mercato e degli operatori economici.  Altri dettagli su questi temi possono essere trovati sul portale  http://www.piuprezzi.it/