Come acquistare o affittare casa a Milano

giugno 29, 2017 at 7:24 am

comprare-affittare-casaHai intenzione di acquistare o affittare casa a Milano?

È il momento di capire come si fa.

Contratti di compravendita, proposte d’acquisto o di locazione, vendita di immobili, incarichi di mediazione… Il mondo degli investimenti immobiliari è complesso e non sempre di facile lettura, specie in una realtà sfaccettata come quella di Milano.

I dubbi e le zone d’ombra sono molteplici e per questo abbiamo pensato a una guida all’affittare e acquistare casa. Semplice, sintetica, ma destinata a rispondere alle incertezze del caso.

Prima però una doverosa retrospettiva. In che contesto si inserisce questa guida? In un conteso positivo, verrebbe da dire…

Il mercato immobiliare milanese

Nonostante un certo ristagno del settore immobiliare, l’Italia è ancora una Repubblica fondata sul mattone. Come ricordato da Enrico Marro in un recente articolo del Sole 24 Ore, la percentuale di proprietari italiani è tra le più alte in Europa: 73% contro il 65% dei francesi e il 44% degli svizzeri.

Il territorio di Milano, nello specifico, ha registrato per tutto il 2016 un boom di compravendite del 22% in più rispetto al 2015. Questo almeno è quanto emerso dalla Rilevazione dei Prezzi degli Immobili della Città Metropolitana di Milano condotta dalla Camera di Commercio in collaborazione con FIMAA. E il trend non sembra diminuire anche in questa prima metà del 2017. I motivi? Tassi di interesse ridotti, prezzi degli immobili ai minimi storici (oggi un appartamento in zona Porta Venezia costa il 5% in meno rispetto a 10 anni fa!) e una tanto diffusa quanto ritrovata fiducia dei consumatori verso gli investimenti immobiliari.

Segnali di ripresa, pur se lenta, che testimoniano come tra le maglie del mercato immobiliare milanese qualcosa è tornato a muoversi. Meglio allora essere preparati.

Ma oltre ai proclami, anche un altro po’ di numeri. Sempre stando ai dati della Camera di Commercio, estrapolati dal suo Registro Imprese, Milano è la prima in Italia per numero di imprese attive nel mercato immobiliare (quasi 30.000 sulle 248.000 in Italia, praticamente il 12%  nazionale). Seguono Torino e Roma con oltre 17.000 ciascuna. Bene per la Lombardia anche Brescia (8 mila), Varese e Monza-Brianza (circa 6 mila).

Acquistare o affittare casa, sì ma con responsabilità

Meglio acquistare o affittare casa? Il quesito resta di difficile soluzione, e neanche autorevoli studi accademici a riguardo sembrano dare una risposta soddisfacente.

Comunque la si metta, il mercato immobiliare a Milano è in discreta salute. E anche tu, ammetterai, un pensierino ce lo stai facendo.

Ma ad occorrere, oltre a entusiasmo e numeri confortanti, sono gli strumenti e le giuste competenze. Perché non servirsi di una bella guida, o meglio, un vademecum dedicato al come affittare o acquistare casa? La Camera di Commercio, in collaborazione con le associazioni di imprese e consumatori, ne ha realizzato uno che fa al caso tuo e lo trovi qui  Acquistare o affittare casa a Milano (e non solo): il Vademecum

Cos’è il vademecum?

Il vademecum, lo dice la parola stessa (figlia di un latinismo vieni con me), è un compendio di informazioni da portare, appunto, sempre con sé, specie in un periodo di relativo ottimismo e rilancio come quello attuale. Un testo sintetico, dedicato ai consumatori, ma in parte anche agli operatori immobiliari, con un linguaggio non troppo tecnico e focalizzato su quelli che sono i problemi più frequenti del settore.

Quali sono questi problemi più frequenti?

  • Sei in un’agenzia immobiliare: quali garanzie richiedere?
  • Tutti i mediatori immobiliari possono condurre una trattativa?
  • Cerchi un acquirente per il tuo immobile: a chi e come affidare l’incarico?
  • Proposta d’acquisto: quali sono i punti più importanti da controllare?
  • Cos’è un contratto di compravendita? E come sottoscriverlo?
  • Vuoi affittare/dare in affitto casa: come compilare una proposta di locazione?
  • Hai un problema: come rivolgerti alla Camera di Commercio?

Perché è importante?

Parola d’ordine responsabilità. Il vademecum responsabilizza entrambe le parti:

  • il consumatore, che si informa adeguatamente e che non deve trascurare di leggere con accuratezza i contratti di incarico, di acquisto, di vendita e di locazione, prima di firmare;
  • il mediatore abilitato, che dimostra nei fatti la propria professionalità.