Ad
Punto Impresa Digitale

Conversazioni 4.0: l’intelligenza artificiale e il futuro delle imprese

Gli impatti sull’etica e sulla privacy

🗓 9 ottobre 2019  | 📍 Palazzo Giureconsulti, Sala Colonne – Piazza Mercanti, 2 – Milano

Conversazioni 4.0, il ciclo di incontri dedicati alla trasformazione digitale: approfondimenti, opportunità e strumenti a disposizione delle piccole e medie imprese per la crescita 4.0.

Abbiamo dedicato il secondo appuntamento di Conversazioni 4.0 all’Intelligenza Artificiale e gli impatti sull’etica e la privacy, un tema centrale e imprescindibile per uno sviluppo sano e sostenibile del nostro sistema economico e della società.

L’Europa è in contrapposizione con le strategie di USA da una parte e Cina dall’altra. Il vecchio continente vuole creare un utilizzo dell’Intelligenza Artificiale etico ed affidabile: se questo riuscirà a consolidarsi, le aziende saranno incentivate a creare prodotti e servizi in cui l’etica è parte del loro vantaggio competitivo, e saranno così le società europee in primis ad avvantaggiarsene.

Questo sarebbe lo sviluppo auspicabile dell’Intelligenza Artificiale e del sistema economico che vi ruota intorno, ma bisognerà vedere come si assesterà il mercato nei prossimi anni. Intanto quel che si nota è un ritardo in Italia nelle infrastrutture di rete e nella digitalizzazione dei processi produttivi. Inoltre le imprese sono ferme, sia perché spaventate sia perché disorientate davanti ad un fenomeno nuovo di cui si conosce poco.

Ecco che, per prendere le misure, sono fondamentali i dati a disposizione e gli approfondimenti con metodologie e algoritmi.

Tra i relatori dell’evento, Nicola Gatti, docente del Politecnico di Milano e membro di AIxIA, ha affermato: Aziende e Università dialogano ancora troppo poco tra loro, così non si conoscono i problemi concreti delle aziende. L’Intelligenza Artificiale è un cappello con dentro tantissime aree, tantissime applicazioni e tecniche diverse e capire quali sono le opportunità è cruciale. Per fare ciò, le aziende si devono informare prima, cercare di capire come sfruttare le potenzialità e cosa poter fare in futuro”.

Poi la voce dell’imprenditore presente, Fabrizio Milano d’Aragona CEO di Datrix, una società che fonda il proprio core business sul data driven e segna il solco per le aziende: Le soluzioni applicative basate su sistemi di Intelligenza Artificiale possono rappresentare un’opportunità di crescita per le PMI italiane, considerando soprattutto il crescente diffondersi delle piattaforme digitali. Si parla spesso dei rischi potenziali associati all’Intelligenza Artificiale, piuttosto che sulla necessità per le imprese di dover integrare nuove soluzioni basate su di essa.

L’adozione dell’Intelligenza Artificiale nelle attività di business, unite alla capacità di analizzare dati tra di loro molto differenti, sarà un fattore determinante per la trasformazione digitale delle aziende. Le soluzioni, per esempio, che permettono di analizzare con più efficacia i mercati di sbocco o di individuare in modo più profondo e articolato i target di clientela, oppure soluzioni applicative che lavorano specificamente per acquisire prospect qualificati, oggi sono molto accessibili e non necessitano di significativi investimenti in IT o in team di Data Science dedicati”.

Per quanto riguarda la privacy infine, la migliore difesa per tutti siamo noi. Ruben Razzante Docente Dir. dell’informazione e privacy – Cattolica di Milano e Lumsa Roma ha affermato: “Prima di pubblicare qualsiasi dato/foto che ci riguardi dobbiamo contare fino a dieci. Ricordiamoci che meno pubblichiamo e meno i nostri dati saranno utilizzati da altri. Con l’entrata in vigore del GDPR, Regolamento sulla privacy europeo, si ha avuto una tutela importante ed uniforme.

Gli strumenti non mancano, ci sono i codici deontologici che traducono il principio etico e quindi consentono ai colossi del web di attivare delle policy a garanzia dei diritti dei cittadini; poi c’è un dibattito dottrinale molto acceso su come garantire al meglio i cittadini dall’attività di profilazione invadente e la giurisprudenza con le sue numerose sentenze illuminanti che hanno riconosciuto il diritto alla privacy sia ai cittadini sia alle imprese.”

Vi diamo appuntamento al 4 dicembre 2019 per il terzo incontro di “Conversazioni 4.0”! 

Vuoi conoscere i servizi gratuiti del nostro Punto Impresa Digitale per la tua impresa?

Bandi di contributo, formazione, assistenza ed eventi.

Condividi!

Scrivi un commento