Barman che passione!

luglio 14, 2012 at 2:36 pm

Barman come passione ma anche di professione? Secondo la Camera di commercio di Milano nel primo semestre 2012 sono 144.415 le imprese italiane attive nella somministrazione, più di 8.000 nella sola provincia di Milano. Nel bel paese nei giorni lavorativi nasce un locale all’ora, anche per questo il settore dei bar ristoranti è in crescita del 3,6% rispetto al primo semestre 2011.

A giudicare dal numero di imprese, quindi, sembra un buon comparto anticrisi. Uniche province in controtendenza rispetto al dato nazionale sono Padova e Trento con rispettivamente -0,4% e -2,2%.

Alcuni lo definiscono il più bel mestiere del mondo. Ma come si fa ad aprire un pub, un bar, un ristorante, una pizzeria? Se il locale viene aperto da una ditta individuale il titolare deve avere, oltre ai requisiti morali, almeno uno di questi requisiti:

  •  essere in possesso di un diploma di scuola alberghiera o titolo equivalente legalmente riconosciuto
  • aver frequentato con esito positivo uno specifico corso professionale
  • aver prestato la propria opera, per almeno 2 degli ultimi 5 anni, presso negozi di alimentari o bar e ristoranti, in qualità di dipendente qualificato addetto o in qualità di coadiutore familiare

Se invece il locale è gestito da una società ad avere  i requisiti devono essere:  almeno uno dei soci partecipanti all’attività manuale delle S.N.C. e S.R.L., almeno uno dei soci accomandatari delle S.A.S. ed il socio unico delle S.R.L. unipersonali o un soggetto preposto.

Una volta in possesso di questi due elementi – cioè requisiti e autorizzazione - si invia telematicamente la Segnalazione Certificata di Inizio Attività allo Sportello unico Attivittà produttive del comune di riferimento. Se il comune non ha attivato lo sportello si può contattare la Camera di commercio.

Questo è l’iter amministrativo per chi ha la passione della professione di barman, ma se si vuole un aiuto per progettare la propria impresa, sapere se si ha diritto a finanziamenti agevolati, avere un confronto sulla propria idea di business, gli aspiranti imprenditori lombardi si possono rivolgere per una consulenza al Punto Nuova Impresa, un servizio di Formaper e delle Camere di commercio lombarde. Punto Nuova impresa è un servizio gratuito, ma è obbligatorio prenotarsi telefonicamente. Nell’attesa dell’appuntamento ecco una testimonianza di un imprenditore milanese