Fare shopping a Milano conviene

settembre 27, 2012 at 4:11 pm

Qual è una delle notizie migliori che le donne vorrebbero sentire alla vigilia di un weekend autunnale in città? Non c’è ombra di dubbio: fare shopping conviene! E la cosa entusiasmante è che conviene a Milano. Infatti, secondo un’elaborazione del Servizio Studi Camera di Commercio di Milano, tra i dieci grandi centri della moda mondiale, e si intende sia i tradizionali sia quelli emergenti, per vestire una donna dalla testa ai piedi con capi firmati, in questa stagione a Milano si spendono mediamente 661 euro.

Certo, non è la somma che abbiamo in mente di tirare fuori dal portafogli un qualsiasi sabato pomeriggio in centro, ma è davvero competitiva se passiamo in rassegna la situazione in altre città europee, dove siamo nell’ordine di spese che vanno dai 777 euro di Berlino agli 824 di Londra ai 923 di Madrid. Se poi diamo un’occhiata alle cifre che occorrono nel resto del mondo, i fashion addicted italiani devono ritenersi decisamente fortunati: a Tokyo ci vogliono oltre 800 euro, a Mosca intorno ai 1000, a Pechino si arriva quasi a 1.600. Solamente New York risulta più conveniente di Milano.

Questa competitività sui prezzi, che chiaramente non dimentica mai la qualità, è uno dei  fattori determinanti per la crescita del settore della moda che resta, nonostante la crisi, un’industria che porta lavoro. La Lombardia, infatti, è la seconda regione in Europa per numero di imprese del settore moda-manufatturiero e svetta addirittura al primo posto nel solo ambito dell’abbigliamento (mentre Île de France e Parigi sono al terzo) e per numero di imprese nel settore tessile. La convenienza paga anche per quanto riguarda il turismo per shopping, il cui giro d’affari si aggira attorno a 1 milione di euro.  

Allora, donne che vivete o vi trovate nella capitale italiana della moda in questo periodo, abbandonatevi a uno dei vostri sport preferiti e rinnovate liberamente il vostro guardaroba autunnale. Perché a Milano fare shopping conviene.