La Pasqua dei milanesi è glocal

marzo 28, 2013 at 12:57 pm
Cittadini milanesi, se per il weekend pasquale non siete in partenza per pellegrinare nella città eterna, e non siete neanche quell’italiano su tre che andrà in Egitto e Mar Rosso (secondo gli operatori del settore turistico da un’indagine della CCIAA di Milano), ci sono buone probabilità che siate in procinto di fare una piccola vacanza glocal dalle vostre parti. In pratica, state per vivere un’esperienza dal respiro internazionale restando comodamente nei paraggi di casa vostra.
 
Infatti, nonostante le partenze siano in calo del 10 per cento rispetto all’anno scorso, le gite in montagna, ai laghi e nei parchi attrezzati della Lombardia resistono ancora. Le imprese agricole stanno addirittura proponendo nuovi servizi legati all’accoglienza e alla ristorazione che puntano molto sulla qualità.
Riscoprire il territorio  in Lombardia in questo momento è particolarmente importante, anche in vista di Expo 2015 – dove si parlerà di alimentazione, come tema portante, e di cultura globale e locale. La formula sarà quella dell’integrazione di risorse e valori in vista di un livello sempre più alto della qualità della vita, qualità  che non manca nella regione. Lo sanno bene all’estero dove si continua a esportare i prodotti nostrani, soprattutto in Francia e Germania ma anche negli Stati Uniti. E lo sanno i giovani italiani che stanno ritornando alla terra
 
Secondo un report di Coldiretti Lombardia presentato proprio in questi giorni, si sta verificando un vero boom di immatricolazioni alla facoltà di agraria: si parla di un aumento del 134 per cento dal 2009 a oggi. Sembra che l’agricoltura sia considerata dai ragazzi di oggi un investimento sul futuro e che l’azienda agricola sia una scelta totalmente compatibile con le nuove tecnologie (oltre il 50 pe cento di loro utilizza i social network per promuovere le proprie attività). Dall’altro lato, nel settore quest’ondata under 40 viene considerata una fonte di creatività e innovazione che può solo giovare al made in Italy.
 
Allora perché non consultare in questi giorni di vacanza, ad esempio, le iniziative di PArC? Scoprirete che il Parco agricolo Sud può offrirvi un viaggio culturale e sensoriale molto gratificante.